Lavorare in un’agenzia di consulenza “Gen-Z” all’interno dell’università?
Gli studenti Arianna e Tommaso ci raccontano cosa significa far parte di Lumina.

Ciao! Vi va di raccontarci un po’ di voi e di cosa vi ha spinto a studiare in H-FARM College…?

Arianna: Ciao sono Arianna e vengo da Valdobbiadene. Dopo essermi diplomata in Relazioni Internazionali per il Marketing, ho capito di voler proseguire gli studi in ambito internazionale per prepararmi adeguatamente alle sfide e cambiamenti futuri.  

Ora frequento il secondo anno di International Business. Il motivo che mi ha spinto principalmente a scegliere H-FARM College era la volontà di interfacciarmi con un ambiente più innovativo e dinamico rispetto a quello a cui ero abituata, per poter crescere personalmente e professionalmente, nella speranza un giorno di poter potare una visione più moderna nell’attività di famiglia. Inoltre, cercavo un luogo in cui studiare dove la persona fosse messa al centro, volevo sentirmi riconosciuta come individuo e non come un semplice numero. 

Inoltre mi ritengo una persona attiva, che ama mettersi in gioco, specialmente nella mia passione: l’equitazione. Motivo per il quale ho preso il brevetto da Istruttrice Engea e ora insegno da qualche anno a bambini, ragazzi e adulti. 

Tommaso: Ciao, sono Tommaso, ho 21 anni e sono al secondo anno di International Business. Vengo da Verona e ho scelto H-FARM College dopo un anno di Odontoiatria a Roma, successivamente alla mia esperienza in un liceo scientifico. Sono una persona che detesta rimanere inattiva, senza fare nulla; questa è stata la principale motivazione che mi ha spinto a cambiare da Odontoiatria a International Business. Da un lato, c’era una carriera affascinante ma con un percorso più definito, dall’altro, una carriera che richiede un aggiornamento continuo e costante per rimanere al passo con gli ultimi trend e sfruttare al meglio le opportunità. Per me, H-FARM College è stata un’opportunità di rinascita, il luogo in cui le mie ambizioni si sono concretizzate, dove sogno e dove mi sento veramente me stesso. L’innovazione e la sostenibilità sono temi che mi hanno sempre affascinato, e per questo H-FARM College è stato un vero e proprio rifugio sicuro.

Da poco sono diventato Maestro di Sci, una delle mie più grandi passioni, oltre al golf e al tennis. Amo gli sport, e studiare le cose che mi appassionano. Non vedo l’ora di vivere il mio futuro!

“The Future of Consulting, Get-Z style” si legge sui canali di Lumina, l’agenzia di consulenza di cui fate parte e in cui ricoprite i ruoli rispettivamente di manager Team Marketing e Manager Team Knowledge. Di cosa vi occupate e quali sono secondo voi i punti di forza di questo progetto?

Arianna: Sono entrata a far parte del team di Lumina nel dipartimento di marketing a maggio 2023. Per me è stato un salto nel vuoto ma d’istinto ho deciso comunque di intraprendere questo percorso proprio con l’obiettivo di imparare tante cose che erano fuori dalla mia comfort zone.  A novembre ho avuto l’opportunità di diventare manager del team, e se devo essere sincera, all’inizio l’idea di prendermi la responsabilità di un team con tasks così dinamiche mi preoccupava. Ad oggi nel team siamo in nove, suddivisi in junior, senior e manager, alcuni più focalizzati sulla gestione della pagina Linkedin e/o Instagram di Lumina. Nello specifico, in qualità di manager controllo che il piano editoriale di entrambi i social sia uniforme e lineare non solo nei contenuti, ma anche nelle grafiche e nel metodo di comunicazione che vogliamo usare, in modo da essere chiari e trasparenti con il nostro cliente finale. Inoltre, tengo molto al fatto che all’interno del mio team ci siano valori come la collaborazione, il sostegno reciproco, la libera espressione delle proprie idee. Proprio per il fatto che il marketing è sempre in continua evoluzione e cambiamento, anche il team deve essere flessibile e dinamico. Voglio assicurarmi che ogni persona si senta importante all’interno del team e fare in modo che tutti possano dare il 100% di se stessi.

Tommaso: La mia avventura inizia a maggio 2023 con la nascita di Lumina. Sono molto felice di essere entrato (seppur modestamente) nel mondo della consulenza già da studente. 

Ho personalmente un forte legame con questo mondo in quanto mio papà ha sempre lavorato in una grande azienda di consulenza, e non nascondo che questo sia per me una grande ambizione nonché sogno. Per me Lumina rappresenta un approccio verso il futuro: vogliamo portare il nostro approccio “GenZ” nelle varie industries con cui entriamo in contatto

Da dicembre sono Manager del Team Knowledge, insieme a Lorenzo G. Con Lorenzo e il team (Tessa C., Lisa P., Giorgia P, Carlotta M., Brando M., Alex F.,) abbiamo un ruolo di fondamentale importanza, in quanto Knowledge è un motore centrale per l’innovazione e la crescita. Il mio team si dedica alla raccolta e organizzazione di informazioni, facilitando la formazione continua e lo sviluppo professionale attraverso risorse e piattaforme di condivisione. Io, in quanto Manager, mi assicuro che la gestione, lo sviluppo e la distribuzione delle informazioni siano efficienti e strategicamente allineati. È mio compito promuovere l’innovazione e il miglioramento attraverso l’apprendimento costante e la condivisione della conoscenza. Diversamente i Senior in Knowledge sono responsabili della creazione delle data room e del trasformare dei semplici numeri in vere e proprie strategie. I junior, invece, organizzano tutto il sottostante, creando basi solide per tutta lumina.
Guidare il Team Knowledge significa costruire il futuro di Lumina, sostenendola nell’adattarsi a nuove strategie e tecnologie e promuovendo un ambiente in cui ogni membro contribuisce al successo collettivo. 

Qual è il valore aggiunto che questo tipo di esperienza sta dando alla vostra formazione?

Arianna: Credo che Lumina sia stata una delle migliori opportunità offerte da H-FARM College. 

Attraverso Lumina abbiamo la possibilità di applicare le conoscenze acquisite durante le lezioni in situazioni reali. Questo ci consente di crescere e responsabilizzarci dal momento che ci interfacciamo non solo con altri studenti, ma anche con dirigenti e responsabili di aziende nazionali e internazionali. 

Inoltre, Lumina mi ha permesso di osservare da vicino le dinamiche che si creano quando si lavora in gruppi numerosi, suddivisi in dipartimenti, con diverse personalità e incarichi diversi.  Forse la sfida più grande che dobbiamo affrontare è il riconoscimento che tutti stiamo ancora imparando e nessuno è superiore o inferiore agli altri. Alcuni magari possono essere più “confident” nella consulenza rispetto ad altri, ma in questo contesto il lavoro di squadra, l’aiuto reciproco, la motivazione, l’intraprendenza e la curiosità svolgono un ruolo essenziale. 

Tommaso: Studiare all’università mentre si lavora in un’azienda di consulenza fornisce un valore aggiunto alla formazione, permettendo l’applicazione pratica di teorie accademiche in contesti reali. Questa esperienza, Lumina, ci aiuta a sviluppare soft skills essenziali tra cui comunicazione, lavoro di squadra e gestione del tempo. Offre, inoltre, opportunità preziose di networking con professionisti del settore, arricchendo la prospettiva di noi studenti sul mondo del lavoro, contribuendo ad arricchire il curriculum e dando l’opportunità di toccare con mano tante realtà potenzialmente ancora distanti da uno studente. 

Inoltre, studiare e lavorare contemporaneamente insegna a bilanciare efficacemente più responsabilità, sviluppando in noi una maturità e un’autonomia che saranno vantaggiose per tutta la carriera, e che prima o poi torneranno utili. In sintesi, Lumina ci prepara per il successo professionale, arricchendoci delle competenze, della conoscenza e della versatilità richieste nel mercato del lavoro contemporaneo

In uno scenario in costante evoluzione, la vostra prospettiva di nativi digitali può senz’altro offrire molto alle aziende in termini di innovazione e creatività. Com’è confrontarsi ogni giorno con le aziende leader di diversi settori?

Arianna: L’interazione quotidiana con le aziende rappresenta sicuramente uno stimolo e una sfida. Talvolta ci troviamo di fronte a problemi e prospettive che vanno al di fuori delle nostre abitudini e forse conoscenze, spingendoci a sviluppare un pensiero più flessibile e creativo. Inoltre, siamo sempre incentivati a elaborare le nostre opinioni e prospettive su temi diversi, consentendoci di vedere poi quale è concretamente l’impatto che queste hanno sul mondo reale o su generazioni diverse dalla nostra. 

Stiamo imparando a “fare sul serio”, lavorando in modo collaborativo, rapido ed efficiente, per poter fornire al cliente il miglior risultato possibile.

Tommaso: Confrontarsi quotidianamente con le aziende è per noi di Lumina una sfida stimolante e un’opportunità unica. Essere nativi digitali ci permette di portare una ventata di freschezza nel panorama aziendale, introducendo idee innovative e soluzioni creative sfruttando gli ultimi trend e tecnologie. Inoltre, questo ci consente di anticipare le esigenze del mercato e di rispondere rapidamente ai cambiamenti, offrendo alle aziende strategie all’avanguardia per restare competitive. 

Tuttavia, il confronto con realtà consolidate richiede una continua formazione e aggiornamento, oltre alla capacità di comunicare efficacemente il valore delle nostre proposte innovative. Riuscire a coniugare la nostra visione con le esigenze e le aspettative di aziende leader richiede flessibilità, apertura al dialogo e un solido lavoro di squadra, cose che ogni giorno cerchiamo di migliorare in Lumina e in noi. Il successo in questo ambiente dinamico si basa sulla nostra abilità di rimanere al passo con l’evoluzione tecnologica, se non addirittura anticipando i trend, ma, mantenendo al contempo un approccio umano e personalizzato nelle soluzioni proposte. In definitiva, cerchiamo di essere non solo fornitori di soluzioni innovative, ma veri e propri partner strategici per le aziende con cui collaboriamo